Comuni e Comunità Energetiche Rinnovabili

Ilaria Bresciani
Comuni e Comunità Energetiche Rinnovabili


Nell'ambito della transizione energetica verso fonti rinnovabili e sostenibili, le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) stanno emergendo come un modello innovativo e promettente. Al centro di questo modello ci sono i comuni, che assumono un ruolo centrale nella promozione, sviluppo e gestione delle CER. I comuni sono enti locali che rappresentano la base della democrazia e dell'autogoverno a livello locale. Grazie alla loro vicinanza alla comunità e alla loro capacità di prendere decisioni a beneficio dei propri cittadini, i comuni sono in una posizione unica per avviare e guidare le iniziative delle CER.

Attraverso la loro leadership, capacità decisionale e coinvolgimento della comunità, i comuni possono contribuire in modo significativo alla transizione verso un sistema energetico più sostenibile e resiliente, generando benefici ambientali, economici e sociali per le loro comunità. Dai promotori dello sviluppo sostenibile alla facilitazione delle CER, i comuni possono adottare diverse strategie per favorire la partecipazione attiva dei cittadini e il successo delle iniziative. 

Scopri le CER 

Comuni promotori dello sviluppo sostenibile

Il ruolo dei comuni nelle CER va oltre la semplice adozione di politiche e regolamenti a favore delle energie rinnovabili. Gli enti locali possono agire come promotori e facilitatori, mettendo a disposizione risorse, aree comunali e supporto finanziario per l'installazione di impianti energetici sostenibili all'interno della comunità, orientando gli investimenti nel produrre benefici sociali ed ambientali ben lontani dalle logiche di lucro.

I comuni possono anche promuovere la consapevolezza e l'educazione sulla transizione energetica, sensibilizzando la comunità sull'importanza delle fonti rinnovabili e sulle opportunità offerte dalle CER. Questo può favorire la partecipazione attiva dei cittadini e stimolare un maggiore sostegno e adesione alle iniziative delle CER.

Inoltre, non bisogna neppure dimenticare che i Comuni, seppure non abbiamo competenze specifiche e dirette nel campo dell’energia, hanno comunque la facoltà di rimuovere eventuali ostacoli alla realizzazione di impianti sul territorio, urbano e non, attraverso regolamenti e piani di governo del territorio e quindi possono favorire, anche con la messa a diposizione delle aree o superfici di edifici pubblici logiche di partenariato pubblico e privato, che possono favorire la nascita di una o più Comunità Energetiche Rinnovabili a livello comunale.

Il ruolo del Comune all'interno della Comunità Energetica Rinnovabile

I comuni all'interno delle CER possono sostenere l’attivazione dei processi di sviluppo delle CER stesse, favorendo l’interazione tra cittadini o tra soggetti pubblici e cittadini, e mettendo loro a disposizione le aree e le coperture dei propri edifici a fronte di risparmi in bolletta e benefici per la collettività. Possono assumere diversi ruoli, come mettere a disposizione aree/spazi, partecipare direttamente come soci, erogare contributi finanziari, fornire sostegno indiretto tramite comodato gratuito di immobili o superfici, o agire come facilitatori mettendo in rete figure esistenti sul territorio.

A titolo esemplificativo, ecco i diversi ruoli che i comuni possono assumere all'interno delle CER:

1. Messa a disposizione delle aree/spazi: il Comune mette a disposizione, attraverso un bando per l'affitto o altri negozi giuridici a prestazioni corrispettive, le coperture di edifici pubblici o altre aree idonee alla CER.

2. Partecipazione diretta: il Comune diventa socio della CER con quota sociale e/o investimento.

3. Sostegno diretto: il Comune eroga solo un contributo alla CER per la realizzazione degli impianti.

4. Sostegno indiretto: il Comune concede in comodato gratuito immobili o superfici (o utenze) alla CER senza parteciparvi direttamente.

5. Sostegno esterno: il Comune svolge solo il ruolo di facilitatore per la nascita di una CER senza parteciparvi direttamente, mettendo in rete figure esistenti sul territorio.

Oggi configurazione, in base al ruolo assunto dal comune, richiede un'attenta valutazione dei costi/benefici rispetto agli investimenti, alle aspettative dei partecipanti e ai bisogni del territorio.

Come finanziare gli investimenti della Comunità Energetica Rinnovabile realizzati dai comuni

Le CER necessitano di risorse e finanziamenti per la loro creazione e realizzazione degli impianti. I comuni possono accedere a sistemi di incentivi e contributi a fondo perduto, come quelli previsti dal PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), che destinano fondi allo sviluppo socio-economico dei comuni minori e delle aree interne. Altre fonti di finanziamento possono provenire dai Programmi Operativi Regionali (POR) attraverso i Fondi FESR, da programmi di Fondazioni bancarie o da strumenti come ad esempio il crowdfunding . 

Oltre ai finanziamenti pubblici, le CER possono essere realizzate utilizzando la formula del PPP (Public-Private Partnership) Project Financing grazie al ruolo delle utility. Le utility possono svolgere un ruolo di supporto significativo nella creazione e nella gestione delle CER.

Il nostro supporto alle Comunità energetiche rinnovabili dei (piccoli) Comuni

Il nostro obiettivo è quello di aiutare i comuni a realizzare le loro CER e a promuovere la sostenibilità energetica a livello locale. Per questo offriamo un supporto a 360 gradi: un percorso che include momenti formativi che affrontano le questioni tecniche più rilevanti, dalla fase di avvio alla progettazione, dal dimensionamento al finanziamento, fino all'individuazione della migliore forma giuridica da adottare per realizzare la tua CER. 

Raccontaci il tuo progetto di comunità

Lavoriamo con l'obiettivo di individuare le migliori soluzioni rispetto al contesto territoriale, coinvolgendo cittadini, amministratori pubblici, imprenditori e potenziali investitori come ESCO e Utility. Consideriamo le diverse modalità di finanziamento disponibili, come i fondi del PNRR e altre misure di contributo, per sostenere gli investimenti delle CER realizzati dai comuni.

Vogliamo generare buone pratiche per creare modelli costruiti "dal basso e su misura", in base al contesto territoriale: soluzioni che siano replicabili ed estendibili anche ad altri contesti simili, contribuendo così a diffondere la cultura della sostenibilità e del cambiamento. 

Contattaci per dare forma al tuo progetto di CER e trasformare il tuo territorio in un esempio di energia sostenibile. Insieme, possiamo costruire un futuro più verde e resiliente.

Chiama ora per fissare una video call gratuita


Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Bando Ruralis: agroecologia e inclusione sociale

Bando Ruralis: agroecologia e inclusione sociale

di Martina Tempesta

Fondazione Cariplo ha pubblicato il bando Ruralis, iniziativa dell’Area Ambiente che si pone come obiettivo l’aumento delle opportunità lavorative nell’ambito agricolo, rispettando i principi ...

Leggi
Orti di Lombardia: contributi per orti urbani e collettivi
Regione Emilia Romagna: bando per percorsi di transizione energetica